L’isola di San Giulio ai tempi dei ferri roventi e delle donne oneste

“(…) L’isola era la residenza del castellano, il rappresentante del vescovo, che durava in carica due anni ma che doveva versare, a garanzia della il sua corretta amministrazione, 500 fiorini l’anno alla Mensa Vescovile. Tre giorni la settimana, lunedì, giovedì e… Continue Reading

Un intimo e romantico ricordo di Cesare Augusto Tallone e l’Isola di San Giulio

FIDANZAMENTO ALL’ISOLA DI SAN GIULIO (…) Quando presi decisioni importanti mi richiamai sempre ai momenti più puri dell’essere: a quelli dell’infanzia che capta armonie ultraterrene, e più avanti a quelli del dolore che crogiola l’anima riportandola alle sorgenti dell’amore che… Continue Reading

Quando l’Isola di San Giulio ospitava innumerevoli e dimenticati visi-bambini…

Proseguiamo questo breve viaggio nella cartolina d’epoca per testimoniare l’esistenza di un Seminario sull’isola di San Giulio, lì nell’edificio dove sorge l’attuale Monastero. Una curiosa e suggestiva carrellata di visi-bambini, remoti e sbiaditi, ma così fitti e dimenticati da toccare… Continue Reading