La donna di Ortello e un inedito e curioso miracolo della Vergine al sacro Monte di Orta

Dei miracoli compiuti dalla statua della Beata Vergine nella Chiesa di S. Nicolao che sorge sul Sacro Monte d’Orta e trascritti nel celebre diario cinquecentesco del Notaio Elia Olina (conservato nel Comune di Orta San Giulio e da poco restaurato) ne abbiamo già trattato in altro articolo.

Tuttavia in un opuscoletto anonimo, senza data né luogo di stampa, ma databile sul finire del 1700, dove si disamina le ragioni del chiamare il lago o d’Orta o di San Giulio, appare trascritto un inedito e curioso miracolo attribuito alla stessa statua della Madonna.

A beneficiarne una donna di Ortello, località all’ingresso di Orta San Giulio, lì dove affiora una piccola spiaggia alle spalle di Villa Crespi e animata da poche e antiche case.

Località di Ortello  –  Foto da villapinin.com

Ecco estratto il testo originale:

Continue Reading

…i tempi quando erano lentezze e sere silenziose…

….i tempi quando gli alberghi non offrivano wireless e connessioni a fibra ottica per sedurre e attrarre clienti, ma allettavano l’immaginario del viaggiatore con un “Salone di lettura con ricca collezione di libri in più lingue – Giornali – Pianoforte“…

…i tempi quando erano un passo lento di labbra sillabanti le sere silenziose…

Corconio e Giorgio Bonola, pagine di vita e di pittura

“Prima di venire qui stamattina sono salito a Corconio, come tante altre volte ho fatto.
Sono stato a Corconio a fiutare l’incanto di quel luogo, ma con un’emozione in più.
Era la prima volta che ci tornavo dopo la morte di Mario Soldati, lo scrittore, l’amico che più di ogni altro aveva contribuito ad accendere in me questo magico “mal di Corconio ”.
Soldati visse due anni a Corconio, tra il 1934 e il 1936, e proprio a Corconio scrisse il suo libro più bello, America primo amore. (…)

Raggiungendo Corconio dal bosco…

Continue Reading

Un viaggio infernale con Dante e Rodari nei gironi del lago d’Orta

Per me si va nella grotta oscura
di Laura Pariani

Si tratta del testo della favola musicale Büs dl’Orchéra Tour, che ha fatto da prologo, il 5 giugno 2011,
all’edizione annuale del Ravenna Festival. Al volume è allegato un CD con la storia narrata e musicata.
Prenotalo subito su Amazon!

____________________________

Nell’Alto Piemonte esiste una grotta, il Büs dl’Orchéra, che sembra fatta a immagine e somiglianza dell’Inferno immaginato da Dante: è a forma di imbuto e si inabissa nelle profondità di un lago che si chiama Cusio.  Continue Reading

Quel raro tassello urbanistico dell’ “Orta che fu”: l’Albergo Belvedere, uno scampolo di Belle Époque sul lago d’Orta

Gli anni ’50 e ’60 (così rovinosi al patrimonio urbanistico italiano, pubblico e privato) passarono quasi senza accorgersi di Orta, né Orta provvidenzialmente fece nulla perché trascorrendo volgessero lo sguardo verso di lei.
Il turismo qui, a differenza d’altri luoghi lacustri della nostra zona, oziava ancora in quel limbo, tra incanto per pochissimi e disincanto per qualsiasi interesse di sfruttamento economico, che precede i suoi albori.

Continue Reading