www.orta.net

english, please

il lago d'orta il più romantico dei laghi italiani

 INFORMAZIONI

 sentieri del lago d'Orta

dot_b.gif (48 byte) home
dot_b.gif (48 byte)
foto
dot_b.gif (48 byte) storia
dot_b.gif (48 byte) musei
dot_b.gif (48 byte) isola di san giulio
dot_b.gif (48 byte) l'ambone
dot_b.gif (48 byte) sacro monte
dot_b.gif (48 byte) attività
dot_b.gif (48 byte) cucina
dot_b.gif (48 byte) orta s.g. a piedi
dot_b.gif (48 byte) mappa turistica
dot_b.gif (48 byte) mirabilia
dot_b.gif (48 byte) tour virtuale

varia

dot_b.gif (48 byte) nietzsche a orta
dot_b.gif (48 byte) arte sul lago
dot_b.gif (48 byte) ballatella
dot_b.gif (48 byte) e. ragazzoni
dot_b.gif (48 byte) paesi di lago
dot_b.gif (48 byte) sentieri di lago
dot_b.gif (48 byte) anello azzurro
dot_b.gif (48 byte) turismo insolito
dot_b.gif (48 byte) filmografia


dot_b.gif (48 byte) video RAI
dot_b.gif (48 byte) vostri video
dot_b.gif (48 byte) webcam
   update.gif (395 byte)

 TURISMO

dot_b.gif (48 byte) hotel ristoranti
dot_b.gif (48 byte) campeggi
dot_b.gif (48 byte) appartamenti
dot_b.gif (48 byte) wine bar
dot_b.gif (48 byte) spiagge
dot_b.gif (48 byte) shopping
dot_b.gif (48 byte) agenzie immobil.
dot_b.gif (48 byte) motoscafi
dot_b.gif (48 byte) autonoleggio
dot_b.gif (48 byte) noleggio barche

dot_b.gif (48 byte) luoghi da vedere
dot_b.gif (48 byte) fond. calderara
dot_b.gif (48 byte) ecomuseo
dot_b.gif (48 byte) asilo bianco

dot_b.gif (48 byte) libri sul lago

arrow_1.gif (211 byte) invia cartolina!
arrow_1.gif (211 byte) scrivi su orta

arrow_1.gif (211 byte) sfondi pc di orta

dot_b.gif (48 byte) lago di mergozzo

Armeno - Valle Agogna - Armeno

 
Visualizzazione ingrandita della mappa

 

Armeno

Si parte dalla Piazza principale del paese nei pressi della bella chiesa romanica dell’Assunta del XII° secolo (m 513) si scende per il viale alberato fino alla strada che porta a Sovazza e Gignese, la si segue tenendo a sinistra il campo da motocross, si passa il ponte sul torrente Ondello/a ed ai primi prati sulla destra si supera l’Agogna.

 


Si segue ora il corso del fiume sulla sinistra per un lungo tratto con dei bei saliscendi, tralasciando le diramazioni in salita, al primo bivio in piano, stando a sinistra si giunge a Pisogno, si passa nei pressi della piscina proseguendo per qualche km verso Pezzasco, Milanetto, Tabarino anche su asfalto.
Siamo nella valle dell’Agogna che costeggeremo per un buon tratto, dopo le cosiddette Cascine di Ameno che sono il gruppetto di frazioni già ricordate, al termine dell’asfalto una bella sterrata con lieve pendenza ci accompagnerà fino alla Cappella del Vago, una sorta di passaggio obbligato nei pressi di un quadrivio delle molte strade che intersecano queste boscose colline.
Si prende la strada in leggera salita ad EST continuando nel fitto bosco con una pendenza poco impegnativa, dopo un repentino strappo si imbocca la discesa, al bivio con molte frecce gialle piegando decisamente a sinistra (a destra si arriverebbe a Fosseno) e sempre in discesa a tratti tecnica, località l’Americano, per una strada rovinata dalla pioggia si raggiunge un prato e, ormai quasi in piano, passati alcuni guadi si raggiunge l’Agogna dove già siamo transitati costeggiando ancora il fiume come all’inizio sui saliscendi.
Al primo bivio già indicato, ora si prende a destra per gli ampi pascoli, una breve salita ci porterà ad un campo giochi e da lì ad Armeno per un percorso totale di circa 25 km.

Orientamento

Dopo la Cappella del Vago i continui cambiamenti di versante metteranno a prova il vostro senso di orientamento: se sbagliate strada, cercate di stare verso la vallata interna dell’Agogna che raggiungerete senz’altro per qualche sentiero anche se forse non il più corto od il più agibile. Se per disgrazia scendete per l’altro versante, ricordatevi che pochi km di bella discesa vi possono portare a fare km di brutta salita o per lo meno di strada poco interessante per ritornare ad Armeno.
Sono comunque dei luoghi stupendi: all’improvviso nel bosco si aprono le ampie radure del Verdina o si raggiungono villaggetti abbandonati e quasi in rovina come Scullera; la vicina chiesetta del Barro è veramente pittoresca (degna in altre parole di essere dipinta, un tempo, ora fotografata!).
In questi luoghi, si è avuta, nel passato, una specie di corsa all’oro che purtroppo ha rovinato molte persone che hanno abbandonato la tradizionale attività pastorale o contadina per seguire sogni di facile ricchezza che evidentemente non hanno raggiunto.
Non vi auguro di perdere la strada, ma di andare a zonzo per queste facili montagne come se l’aveste persa, ne guadagnerà il vostro spirito."

(fonte: cicloturismo-mtb)

arrow_1.gif (211 byte) torna all'indice dei sentieri

 

arrow_1.gif (211 byte) orta su wikipedia